lunedì, Gennaio 30, 2023
Google search engine
HomeLifestyleOggi 22 gennaio è San Vincenzo di Saragozza: frasi, immagini e auguri...

Oggi 22 gennaio è San Vincenzo di Saragozza: frasi, immagini e auguri da dedicare

Buongiorno e buona domenica! Finalmente è arrivato il giorno festivo per eccellenza, sinonimo di riposo, di svago e di dedizione verso la casa e la propria famiglia. Oggi 22 gennaio la chiesa cattolica commemora un Santo che, mosso da grande coraggio, non si piegò alle minacce del governatore Daciano e perseguì nel suo credo cristiano, pur andando incontro a micidiali torture.

Stiamo parlando di San Vincenzo Martire, un religioso e diacono spagnolo, nato in una nobile e agiata famiglia di Saragozza, dove ebbe modo di apprendere sin dalla più tenera età i rudimenti della cultura letteraria. Seguirà un interessante approfondimento sui fatti salienti della vita del Santo, e poi alcune interessanti idee di auguri da inviare a parenti ed amici.

Notizie e curiosità sulla vita di San Vincenzo

Le fonti agiografiche che riportano i fatti di San Vincenzo sono varie e molto interessanti, capaci di infondere desiderio di conoscenza e di scoperta. Il martire Vincenzo nacque probabilmente a Saragozza Valencia – anche se per alcuni autori fu Huesca la sua città natale – intorno alla seconda metà del III secolo d.C.

Vincenzo era di nobile famiglia: figlio di un ricco console dell’Impero e di una nobildonna, sin da giovanissimo il ragazzo scoprì l’interesse per la letteratura e, poiché dotato di eccelsa intelligenza, fu affidato al Vescovo Valerio affinché potesse essere istruito al meglio. San Vincenzo presto ricoprì l’incarico di diacono al seguito di San Valerio, insieme al quale si impegnò in una delicata missione di apostolato.

Furono presto denunciati dal locale governatore Daciano, arrestati e rinchiusi in prigione. A differenza di San Valerio, Vincenzo fu costretto a subire un trattamento decisamente peggiore: fu infatti sottoposto all’atroce tortura del cavalletto, alla scarnificazione delle ossa e infine all’ustione mediante graticole incandescenti. Misteriosamente il Santo uscì indenne dal supplizio. Condannato a morire di stenti su un tappeto di vetri e spine, fu poi gettato in mare dentro un sacco pieno di sassi.

Frasi e immagini da dedicare 

La tradizione vuole che la salma del martire emerse dal mare e fu presa in carico dai fedeli che ne assicurarono una degna sepoltura. Seguiranno frasi e immagini a tema con San Vincenzo Santo protettore degli orfani, per augurare a parenti e amici che portano il nome del diacono di Saragozza un felice onomastico.

”Buongiorno, ti auguro tanta serenità pregando il tuo Santo che di certo oggi ti affiancherà, perché è un giorno di Festa ed il tuo nome si manifesta!”

”Il mio pensiero di allegria al mio amico di enorme simpatia, per questo giorno fantastico Enzo ti faccio tanti auguri di buon onomastico!”

”Alla persona più preziosa che conosco, d’oro come il metallo attribuito al tuo nome, a te Vincenzo, auguro una meravigliosa giornata!”

”Il significato del tuo nome è ‘colui che vince’ tu ne sei la massima rappresentazione papà: auguri papà dal tuo migliore premio.”

”Che la grazia del Signore e di San Vincenzo ti accompagnino nello specifico oggi e in tutti i giorni dell’anno. Un felicissimo onomastico!”

”Un piccolo augurio ad una persona immensa: buon onomastico tesoro mio!”

”Buon onomastico alla persona più gentile che io conosca!”

 

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments