giovedì, Agosto 11, 2022
Google search engine
HomeEconomiaCodice tributo 3850, cos'è? Scadenza, importo, compensazione, compilazione F24

Codice tributo 3850, cos’è? Scadenza, importo, compensazione, compilazione F24

Il codice tributo 3850 si usa per ordinare il pagamento del diritto camerale che ogni azienda versa alla propria camera di Commercio, secondo la divisione territoriale, quando il titolare la iscrive al registro delle Imprese.

Codice tributo diritto camerale

Il codice 3850 è quindi specifico per completare questa operazione, prevista per legge, e le imprese devono adempiere all’obbligo, pagando in soluzione unica e mai a rate, attraverso il modulo F24. Ecco quindi il codice tributo 3850 a cosa si riferisce.

La sigla camera di commercio è importante nell’operazione, ricordando che le camere di Commercio sono suddivise a livello provinciale e si deve sempre fare riferimento a quella in cui si trova la sede legale dell’impresa per compiere il pagamento con cod tributo 3850.

3850 codice tributo

Stabilito codice tributo 3850 cos è, bisogna passare al pagamento del codice tributo diritti camerali. Di conseguenza, bisogna armarsi di F24 e di un minimo di pazienza per inserire tutti i dati nel modo più corretto, evitando errori formali che la burocrazia, notoriamente, non gradisce.

Il cod trib 3850 va sempre indicato per primo, perché il versamento del diritto camerale dipende dalla corretta gestione del cod 3850, durante la compilazione, che precede il pagamento effettivo del codice trib.

Proprio come per i codici tributo iva o codici irpef, la sequenza numerica deve essere inserita e ricontrollata più di una volta, per evitare di sbagliarla, bloccando la procedura telematica. Attenzione quindi, oltre al codice trib, anche a tutte le fasi successive della procedura cciaa, per evitare problemi.

Ulteriore procedura di compilazione

L’imprenditore che versa il codice tributo 3850 deve scrivere nelle caselle successive il codice fiscale, tutti i dati anagrafici e anche il domicilio fiscale. Importante a questo punto aggiungere la sigla automobilistica della provincia dove si trova la camera di Commercio di riferimento e non dimenticare mai di farlo (si trova sotto la voce “Codice ente Locale”).

Segue poi l’inserimento del tributo da pagare, in base proprio al codice 3850, e l’anno di riferimento per versare la quota prevista. Nello spazio seguente, che riguarda gli “importi a debito versati”, si mette la cifra dovuta, sia per la sede d’impresa, sia l’importo a carico di altre filiali dell’azienda, eventualmente presenti in zona.

Attenzione in questo caso alla procedura. Se ci sono imprese che hanno unità sparse in province diverse, si compilano più righe del modello F24, specificando la sigla di ogni provincia e l’importo generale dovuto a ogni camera di Commercio.

Scadenze e compensazioni

Il pagamento del diritto si paga la prima volta entro 30 giorni dopo aver fatto l’iscrizione e poi con scadenza annuale, entro il 16 giugno. Si può pagare il tributo anche nel mese successivo con maggiorazione dello 0,40%, a titolo d’interesse.

Il codice tributo 3850 si può usare anche a titolo di compensazione. In questo modo, il codice permette di compensare un importo a credito, nell’apposita casella del modulo F24, in conformità alla risoluzione 46/E del 10 aprile 2001, come specifica l’Agenzia delle Entrate.

Assolutamente importante: il codice tributo 3850 per il diritto cciaa si versa solo tramite compilazione del modulo F24, quindi non sono previsti altri metodi di pagamento, a partire dai bollettini postali e simili.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments