Quanto guadagna un macellaio? Stipendio, carriera, esperienza

0
103

Rappresenta uno dei lavori tradizionali per eccellenza in una nazione a forte vocazione gastronomica come la nostra. Vediamo quanto guadagna un macellaio e quali requisiti servono per aprire questo tipo di attività o per lavorare al bancone di un reparto.

Chi vuole diventare macellaio ha, infatti, due strade davanti a sé. La prima è quella di entrare come dipendente in una catena di supermercati e specializzarsi al reparto carni. L’altra è quella di aprire una propria bottega e guadagnare sulle vendite. Rispetto ad altri lavori del genere, la differenza è meno ampia di quella che può sembrare. Al confronto di altri dipendenti di market e affini, un macellaio ha un appeal maggiore proprio per le sue competenze e quindi può arrivare anche a guadagnare cifre buone per tale contesto.

Macellaio stipendio: all’ora, al mese, all’anno

Come stipendio macellaio italiano guadagna mediamente 2mila euro al mese. Un macellaio specializzato, nel reparto carni di un supermercato, viene pagato circa 11 euro all’ora: in un anno porterà a casa circa 22mila euro. E’ una somma mediana tra chi è alla prima esperienza come macellaio è tocca i 19mila euro e un macellaio esperto che può arrivare fino ai 25mila euro annui.

Ma come faccio a diventare macellaio? In realtà, a parte qualche corso regionale, non serve nient’altro che l’esperienza. E’ chiaro che non ci può improvvisare. Per cominciare occorre irrimediabilmente qualche anno di sacrificio da garzone di bottega o da aiutante presso colleghi per apprendere tutti gli aspetti del mestiere. Osservare un macellaio al lavoro è fondamentale per carpirne i segreti nel taglio e nella conoscenza del prodotto.

Apprendista macellaio stipendio nei supermercati

Da macellaio retribuzione mensile in un supermercato oscilla sempre tra i 1200 e i 1500 euro, a seconda dei turni e degli straordinari. Un macellaio Esselunga, Conad o di qualsiasi altra catena è consapevole di come andrà avanti la sua carriera. Discorso molto diverso è per chi apre una propria rivendita di carne: in quel caso si diventa imprenditori con tutti i rischi connessi a questo tipo si strada.

In tante realtà chi opera nel settore di solito apre più macellerie o punti vendita proprio per smaltire nei tempi giusti la carne comprata. Un imprenditore del settore può arrivare a guadagnare fino a 10mila euro al mese, ma potrebbe anche andare in perdita. Fare una stima è impossibile, perché ovviamente dipende da troppi fattori: la posizione, il tipo di clientela, la qualità della carne e la possibilità di unire alla macelleria anche altre attività connesse alla gastronomia o al consumo dei prodotti.

In questo settore però non esiste solo la macelleria. Oltre al reparto carni si può anche operare esclusivamente nella macellazione. Per lavora al mattatoio lo stipendio cala lievemente: nei primi anni di esperienza si resta sotto i 1400 al mese. Un macellaio disossatore esperto arriva ai 1600 euro, toccando i 1700 euro alla fine della sua carriera lavorativa. Si tratta comunque di un impiego molto duro anche perchè spesso si lavora in celle frigo o comunque in ambienti decisamente freddi e poco ospitali. Le cifre espresse sono riferibili al Ccnl macellaio, l’accordo di categoria inserito all’interno del contratto nazionale di lavoro per i dipendenti delle aziende del commercio e del terziario.

Continua a leggere su Grigliando