Quanto guadagna chi vince la Champions? A partita, a girone, a turno, bonus

0
68

In questa settimana è cominciata la fase a gironi della Champions League, la competizione più ricca del panorama continentale e la più attesa dai tifosi. Dal 2024 ci sarà la riforma che la trasformerà in una Superlega facendo raddoppiare i premi.

Ora quanto guadagna chi vince la Champions League? L’anno scorso il Real Madrid, tenendo conto di tutte le vittorie intermedie raggiunte, ha incassato dall’Uefa un montepremi di 141,5 milioni di euro per aver alzato la coppa dalle grandi orecchie. Una somma del genere sembra un miraggio per le formazioni italiane che non vincono un’edizione della Champions League ormai da 22 anni, quando l’Inter si impose sul Bayern Monaco. Ai nastri di partenza dell’edizione 2022/2023 si presentano quattro club: il Milan campione d’Italia, la stessa Inter, il Napoli e la Juventus. All’esordio ha vinto, delle nostre rappresentanti, soltanto il Napoli regolando 4-1 il Liverpool, finalista della passata edizione.

I premi assegnati

Solo i partenopei hanno dunque ottenuto il bonus da 2,8 milioni di euro che viene concesso ad ogni vittoria ai gironi. Vediamo quanto si può andare a incassare nel cammino. L’Uefa ha alzato a 2,02 miliardi di euro il montepremi complessivo per le 32 partecipanti alla fase a gironi: si tratta della somma più alta di sempre, ma un’inezia rispetto a quella che verrà messa in palio dal 2024 (si parla di 3,5 miliardi di euro).

Il semplice gettone di presenza alla prima fase garantisce a ogni compagine 15,64 milioni di euro. Il gettone di presenza incide per il 25% sul montepremi totale: un altro 30% viene elargito sulla base dei risultati, un 30% per i risultati ottenuti negli ultimi cinque anni e un altro 15% basato sul market pool.

Tornando ai risultati ogni squadra riceverà 2,8 milioni per la vittoria e 930mila euro per il pareggio. In casa di superamento del girone (basta il secondo posto) e di qualificazione agli ottavi di finale il team incasserà 9,6 milioni. Il passaggio ai quarti vale 10,6 milioni, quello alle semifinali altri 12,5 milioni. 

Ad ognuna delle due finaliste sarà invece corrisposto prima del calcio di inizio di Istanbul (sede della finale), invece, un gettone di 15,5 milioni, che sarà puntellato di altri 4,5 milioni in caso di successo. Chi alza la Coppa può superare solo di premi fissi legati ai risultati la somma di 50 milioni di euro. A concorrere alla cifra complessiva di 141 milioni ottenuta dal Real ci sono il ranking storico e il marketing pool, che divide una torta di 300 milioni derivanti dai diritti televisivi.

Le altre competizioni

Quanto guadagna chi vince l’Europa League? Il Villareal, quando vinse due anni fa questa competizione, tenendo conto degli stessi parametri della Champions (market, ranking e risultati), incassò 20 milioni di euro. Si tratta di una cifra irrisoria rispetto alla competizione europea più importante. La Champions League genera, però, un giro di affari che va ben oltre le semplici partite e abbraccia diverse tipologie di appassionati. Il marchio della competizione è legato anche al videogioco di calcio più popolare, Fifa, che continua a spopolare coi premi Fut champions oggi assegnati a chi si aggiudica eventi online e può ottenere giocatori dai pacchetti speciali.