Quanto guadagna Pogba? Stipendio, sponsor e scandali

0
362

Juventus e Manchester United sono le due squadre che hanno segnato la carriera di Paul Pogba, il centrocampista francese, che è tornato per almeno una volta in entrambe le formazioni nel corso della propria carriera. Quest’anno, dopo il secondo passaggio tra i Red Devils è rientrato in bianconero, ma la sua estate non è stata certo tranquilla.

Prima c’è stato l’infortunio e poi la brutta storia di ricatti che ha coinvolto direttamente lui, come vittima, e il fratello. In ballo ci sono tanti soldi che hanno fatto emergere un interrogativo soprattutto tra i non appassionati che hanno appreso le notizie di cronaca: quanto guadagna Pogba? Quando ha ufficializzato il suo ingaggio con relativo ritorno in bianconero, la Juventus ha reso note solo gli oneri accessori da corrispondere dopo lo svincolo del francese dal Manchester United: 2,5 milioni di euro all’atto della firma.

Ingaggio Pogba e Fisco

Il vero investimento, però, visto che il calciatore era proprietario del suo cartellino, ha riguardato l’ingaggio. Pogba ha firmato un contratto di quattro anni con la società torinese che scadrà il 30 giugno 2026. Ma quanto vale Pogba e quanto pesa sulla casse del club ? Grazie al mancato pagamento del cartellino ed alle agevolazioni del Decreto Crescita, secondo gli esperti di calciomercato, la Juventus pagherà ogni anno a Pogba 8 milioni di euro netti che peseranno per “soli” 11 milioni di euro sul bilancio bianconero proprio in virtù della tassazione favorevole per chi rientra dall’estero. Considerato il costo Pogba dovrà, dunque, essere un trascinatore dei bianconeri in una stagione di riscatto, oltre che uno dei senatori dello spogliatoio considerando i suoi trascorsi allo Juventus Stadium.

Pogba prezzo e sponsor

Per la Juventus è stato comunque un affare, considerando che il valore del calciatore, campione del Mondo nel 2018, viene stimato da Transfermarkt, uno dei maggiori siti di settore, in 48 milioni di euro. Pogba è inoltre testimonial di diverse aziende, su tutte Adidas: la casa delle tre strisce è anche lo sponsor tecnico della Juventus e ha blindato anni fa il fuoriclasse francese con un contratto milionario.

A fronte di questi guadagni a Pogba non mancano i grattacapi, legati sia alla sfera economica che familiare. Proprio da una sua denuncia presentata alla Procura della Repubblica di Torino è partita un’indagine per l’ipotesi di reato di estorsione aggravata nei confronti del fratello. A marzo Paul Pogba sarebbe stato, infatti, vittima di un vero e proprio sequestro di persona da parte di tre ex amici che lo avrebbero scortato nella prima fase della carriera e gli avrebbero chiesto 13 milioni di euro. Pogba avrebbe versato 100mila euro ma il gruppo si sarebbe ripresentato al centro di allenamento della Juventus. Il centrocampista teme che dietro questo piano ci sia il fratello Mathias, col quale i rapporti – prima idilliaci – si sono ormai deteriorati. Peraltro quest’ultimo non fa nulla per far pensare a rapporti pacifici al punto che ha accusato il più celebre Paul di aver ingaggiato uno stregone per scagliare una maledizione contro il campione del Paris Saint Germain Kylian Mbappè e contro la Nazionale francese guidata dall’ex juventino Didier Deschamps.