sabato, Febbraio 24, 2024
HomeLifestyleOggi 30 marzo è la Giornata Mondiale del disturbo bipolare: ecco le...

Oggi 30 marzo è la Giornata Mondiale del disturbo bipolare: ecco le frasi e le immagini più belle

La giornata di oggi, 30 marzo, viene dedicata alla sensibilizzazione su un disturbo davvero molto particolare e di cui si sa fin troppo poco ancora. Infatti è la Giornata Mondiale del disturbo bipolare che serve appunto per informare le persone e anche aprire una pista per chi soffre di questa difficoltà ma non ne ha ancora una diagnosi per via proprio della scarsa informazione in merito.

Si tratta dunque di un momento importante dal punto di vista medico con la possibile segnalazione di eventi che possano empatizzare e diffondere informazioni per fare luce sulla questione. Diventa importante soffermarci su alcuni aspetti che possono essere utili anche per spiegarvi questa iniziativa davvero molto importante e profonda.

Come nasce la giornata mondiale

Per la Giornata Mondiale del Disturbo Bipolare si è scelto il 30 marzo perché risulta essere il compleanno del grande artista Vincent Van Gogh che si ritiene ne fosse affetto. Di questo disturbo soffrono milioni di persone nel mondo e il numero purtroppo è in grande aumento. L’importanza della giornata nasce proprio per sensibilizzare e far capire quali sono i sintomi di questa situazione anche perché ci sono persone che ne sono affette ma non se ne rendono nemmeno conto per via della poca diffusione di informazione.

Proprio l’esempio del famoso pittore ci fa capire come anche in passato questo disturbo sia stato estremamente sottovalutato visto che la bipolarità è stata scoperta solo in tempi recenti. Addirittura il primo a darne un nome fu lo psichiatra tedesco Karl Leonhard appena nel 1957, fu lui a introdurre per la prima volta il termine bipolare.

Frasi e immagini da dedicare

Per ricordare questa Giornata Mondiale del Disturbo Bipolare ci soffermiamo un attimo su alcune parole da poter dedicare per far capire qualcosa in più su questa posizione mentale. Le frasi sono state tratte dal libro Yoga di Emmanuele Carrere, specificando:

È inquietante sentirti diagnosticare a quasi sessant’anni una malattia di cui hai sofferto per tutta la vita senza che nessuno l’abbia mai nominata.

Poi leggi quello che puoi sull’argomento, rileggi la tua vita da questo punto di vista e ti accorgi che tutto torna. Che torna perfettamente. Che per tutta la vita hai attraversato fasi alterne di esaltazione e di depressione, una cosa che sicuramente capita a tutti, perché tutti abbiamo umori mutevoli, tutti abbiamo alti e bassi, cieli limpidi e nubi nere, ma ci sono persone come me, il 2% della popolazione a quanto pare, per le quali gli alti sono più alti e i bassi più bassi che per gli altri, al punto che il loro alternarsi diventa patologico.

Un bipolare di tipo II è agitato ma non necessariamente euforico, e a volte anche seducente, seduttivo, ipersessuale, all’apparenza al massimo della vitalità, ma incline a prendere decisioni che poi rimpiangerà con la certezza che siano giuste e che non avrà mai ripensamenti. Finché non si impone la certezza opposta, capisce di aver fatto la cosa peggiore che poteva fare, cerca di correre ai ripari e non fa che peggiorare ulteriormente la situazione. Pensa una cosa e il suo contrario, fa una cosa e poi il suo contrario, in una spaventosa alternanza.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments