martedì, Aprile 16, 2024
HomeMondoChi era Lucio Battisti? 80 anni dalla nascita del cantante

Chi era Lucio Battisti? 80 anni dalla nascita del cantante

Lucio Battisti, uno dei più importanti cantautori e compositori della musica italiana di tutti i tempi, è nato 80 anni fa. La sua musica è stata di grande importanza per la cultura italiana in un periodo storico difficile. La sua morte improvvisa il 9 settembre 1998 ha colpito profondamente il pubblico e ha fatto emergere la sua figura come una leggenda immortale, con la sua musica che continua ad essere apprezzata in tutto il mondo per la sua profondità emotiva e artistica.

La Biografia di Lucio Battisti

Lucio Battisti, nato nel 1943 a Poggio Bustone (Rieti), era il figlio di un impiegato del dazio e di una casalinga, e aveva una sorella di nome Albarita. Dopo aver completato gli studi presso un istituto tecnico, inizia a interessarsi alla musica nel 1962 e si unisce alla band I Mattatori a Napoli. Tuttavia, per la mancanza di denaro e la solitudine, abbandona momentaneamente il suo sogno. Successivamente si unisce al gruppo romano I Satiri, che si esibiva spesso al Cabala, un locale notturno di Roma. In questo locale, incontra Roby Matano e la sua band, I Campioni, che gli offrono il ruolo di chitarrista.

Matano incoraggia Battisti a comporre canzoni, come ad esempio Se rimani con me, il cui testo è stato scritto da Matano ma depositato a nome di Battisti poiché l’amico non era iscritto alla SIAE. Successivamente, alcuni di questi brani vengono rielaborati da Battisti sulla base di nuovi testi di Mogol, come ad esempio Non chiederò la carità, che diventa Mi ritorni in mente.

Vita privata e moglie

Grazia Letizia Veronese, la moglie di Lucio Battisti, è stata oggetto di molte speculazioni riguardanti la sua relazione con il cantante e la sua influenza sulla sua vita pubblica e artistica. La coppia si conobbe nel 1968 e si sposò nel 1976, dando alla luce un figlio tre anni prima. Dopo la separazione di Battisti da Mogol nel 1982, la Veronese iniziò a collaborare con il marito come co-autrice, e ci sono state diverse ipotesi riguardo alla sua possibile responsabilità nella rottura con Mogol. La Veronese ha anche ricevuto critiche per la sua politica di protezione dell’immagine e delle opere di Battisti, vietando la riproduzione di cover in TV. Inoltre, la decisione di Battisti di ritirarsi dalla vita pubblica negli ultimi anni potrebbe essere stata influenzata dalla moglie, anche se non è chiaro.

L’amicizia con Mogol

Giulio Rapetti Mogol è sempre stato strettamente legato a Lucio Battisti, e i due hanno collaborato alla creazione di alcuni dei suoi successi più grandi. Mentre si avvicinava l’80° compleanno di Battisti, Mogol ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera in cui condivide aneddoti, rivelazioni e verità scomode.

In particolare, Mogol ha raccontato come Battisti gli fece ascoltare due canzoni che non sembravano molto interessanti, e quando Mogol glielo fece notare, Battisti concordò con lui e non si offese. In seguito, Mogol gli propose di collaborare insieme e nacquero canzoni come “Dolce di giorno” e “Per una lira“. Mogol ammette di non aver avuto l’intuizione del potenziale di Battisti inizialmente, ma che la loro collaborazione si è rivelata un successo.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments