Chi è Francesco La Rocca il nuovo presidente del Lazio?

0
205

Dal pomeriggio di lunedì 13 febbraio la Regione Lazio ha un nuovo Governatore. Scopriamo chi è Francesco Rocca, il nuovo presidente della Regione Lazio, uscito vincitore dalla tornata elettorale. Già dal primo exit poll non ci sono stati dubbi sull’affermazione del centrodestra, che peraltro era dato per favorito anche nei sondaggi.

Andiamo a scoprire più da vicino chi è Francesco Rocca, scelto dal centrodestra per guidare la coalizione dopo una lunga fase di riflessione al posto di di Nicola Procaccini e Fabio Rampelli.

Un Governatore non politico

Nei mesi scorsi la premier Giorgia Meloni aveva ponderato la sua scelta optando per un uomo della società civile. Una decisione che aveva portato ad accantonare per questo ruolo due esponenti rilevanti di Fratelli d’Italia, partito che si è confermato in ascesa.

Per candidarsi alle Elezioni Regionali che lo hanno visto uscire vincitore, Rocca è stato costretto a fare un passo indietro. Prima di correre per le Regionali accettando l’invito di Giorgia Meloni, Rocca ricopriva il ruolo di presidente della Croce Rossa Italiana. Un incarico di grande prestigio che è stato costretto a lasciare anche se non certo a cuor leggero: Rocca ha, infatti, trascorso molti anni nel volontariato.

Il suo impegno da giovane iniziò quando era ancora uno studente universitario della Facoltà di Giurisprudenza. Nel corso della sua carriera si è interessato degli ultimi contribuendo a migliorare la vita degli emarginati.

La biografia

Andiamo ora a spulciare la sua biografia. Francesco Rocca è nato a Roma il 1° settembre 1965. Rocca si è laureato in Giurisprudenza e tra gli anni Novanta e l’inizio degli anni Duemila ha diretto alcune Ong. Entrerà per la prima volta negli uffici della Regione Lazio da presidente, ma non sarà il suo esordio assoluto in quella sede.

Quando il presidente regionale era un altro esponente della destra, come Francesco Storace, Rocca ha rivestito il ruolo di direttore generale e commissario straordinario dell’ospedale Sant’Andrea. Lo stesso Rocca ha fatto parte del nucleo di valutazione dell’Istituto Nazionale Tumori Fondazione Pascale di Napoli, uno dei punti di riferimento della ricerca oncologica non solo nazionale. Il suo ingresso nella Croce Rossa arrivò nel 2007, dopo tanti anni trascorsi nel volontariato, nell’ambito di un percorso cominciato da giovane. Un anno dopo era già commissario straordinario della Croce Rossa, diventandone poi presidente, carica che ha mantenuto per circa un decennio.

E’ diventato, infatti, il numero uno della Croce Rossa nel 2013 e soltanto a dicembre 2022 ha lasciato l’incarico per rispondere presente all’ipotesi della candidatura alle Regionali del Lazio con lo schieramento di centrodestra.

Ha scelto di non continuare a rivestire l’incarico di presidente di Croce Rossa Italiana proprio con lo scopo di evitare strumentalizzazioni e per preservare un’associazione alla quale ha dedicato quindi anni della sua esistenza. La lettera di addio è stata pubblicata sul suo sito ufficiale. Non si conosce molto della sua vita privata: Rocca è stato sempre piuttosto riservato.

Di lui si sa che ha due figli, Matteo e Giorgio Rocca e da poco è diventato anche nonno della piccola Marie

Continua a leggere su ExpoCamper