domenica, Gennaio 29, 2023
Google search engine
HomeLifestylePerché l'Università di Bologna è il miglior ateneo nella classifica nazionale

Perché l’Università di Bologna è il miglior ateneo nella classifica nazionale

L’Università di Bologna è il primo ateneo in Italia nel ranking elaborato da Times Higher Education, a livello internazionale

Per il terzo anno consecutivo l’università di Bologna, l’Alma Mater Studiorum, l’ateneo più antico d’Europa, si conferma al primo posto tra le università d’Italia. Questo anche per merito delle 11 posizioni che scala a livello mondiale entrando nella classifica anche dei primi 100 atenei del mondo per qualità della didattica.

L’università di Bologna: il ranking

È quindi per la terza volta che la classifica stilata dal THE (Times Higher Education) premia il comune di Bologna e la sua università con il primato nazionale. Il balzo in avanti è anche a livello mondiale. Su 1799 università presenti nella classifica, l’Alma Mater è passata dal 172º al 161º posto confermando per il quinto anno consecutivo tra la top 200 del ranking. Facendo un rapido calcolo significa che a fronte di circa 26 mila università esistenti al mondo, l’Alma Mater fa parte di quell’uno per cento che rappresenta l’elite dei migliori atenei a livello mondiale.

L’università di Bologna: qualità della didattica

La valutazione avviene tramite la valutazione di alcuni indicatori che servono per misurare la qualità specifica in diversi settori ed ambiti. Tra i principali su cui si basa il ranking c’è ovviamente quello relativo alla qualità della didattica (Teaching). Nello specifico di questo indicatore, l’università di Bologna entra nella top 100 passando dal 104º posto al 96º. Il risultato è di per sé significato ma lo è ancora di più se si considera che il rapporto tra numero di studenti e numero di docenti è più alto, e non di poco, rispetto a quello della media europea. Si tratta quindi di un certificato di qualità che si misura quotidianamente su una serie di difficoltà legate anche alla gestione del numero di persone che usufruiscono del servizio, che rende il risultato meno scontato e più prezioso.

L’università di Bologna: attività di ricerca

Un altro indicatore importante è relativo alle attività di ricerca (Reserch). Anche qui l’Alma Mater fa decisivi passi avanti, scalando 42 posizioni e passando dal 264º posto al 222º. Ma è in generale, nel complesso, che si evidenzia un miglioramento rispetto a tutti gli indicatori che compongono la valutazione. Non è un caso che il risultato sia questo. È un risultato complessivo di qualità che conferma la reputazione dell’università di Bologna in Italia e nel mondo. Si tratta di un ateneo dal respiro evidentemente internazionale ma che non  rinuncia alla sua natura fortemente radicata nel territorio che rende la città tutt’uno con l’ateneo e viceversa per cui le qualità di una sono anche le qualità dell’altra. E anche l’inevitabile vocazione per la modernità che ogni università non può non avere, a Bologna porta con sé la forza di una storia e di una tradizione che nessun altra università può vantare come passato, essendo il più antico ateneo d’Europa.

Da tutta Italia e dal mondo i ragazzi arrivano a Bologna a studiare e molti restano a viverci e fanno fatica ad andar via. E seppure lo fanno ci tornano. Il fascino dell’università è anche quello della città che la accoglie. Le sedi universitarie sono dislocate nel centro della città e si mischiano con i luoghi storici, le mete turistiche e la gente. Laurearsi in questa università rende ancora più prestigioso quel titolo.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments