Chi è Elly Schlein? Vita privata, genitori, fidanzata, età

0
60

Il suo nome sta catalizzando l’attenzione di tanti elettori di centrosinistra e osservatori in vista del paventato cambio alla guida del Partito Democratico. Andiamo a scoprire da vicino chi è Elly Schlein, attuale assessore regionale dell’Emilia Romagna e candidata in pectore alla segreteria del Pd. Da settembre 2022 siede inoltre in Parlamento, in quanto è stata eletta come parlamentare nelle fila del Partito Democratico.

Chiamata da tutti Elly fin da bambina, è stata registrata all’anagrafe della capitale del Canton Ticino, dove è nata il 4 maggio 1985 col nome di Elena Etlel Schlein. Il luogo di nascita di Elly Schlein è, dunque, Lugano in Svizzera: la 37enne ha, oltre alla cittadinanza italiana ed a quella elvetica, anche quella statunitense. Il motivo di questa tripla cittadinanza è presto spiegata: quella svizzera l’ha ottenuta alla nascita, quella italiana grazie alla madre e quella americana per le origini del padre.

I genitori

Elly è figlia del politologo americano di origine ebraica Melvin Schlein e della docente diritto comparato Maria Paola Viviani, ordinaria dell’Università dell’Insubria. Tra l’altro Elly ha sempre mantenuto nella sua vita rapporti con tutte e tre le sue nazionalità. Fino alla maggiore età ha frequentato in Svizzera ed infatti ha conseguito la maturità al Liceo Cantonale di Lugano, per poi trasferirsi in Italia.

Ha iniziato il percorso universitario a Bologna conseguendo la laurea presso la Facoltà di Giurisprudenza. E l’America? Elly Schlein ha partecipato in prima linea alle due campagne elettorali presidenziali di Barack Obama, che hanno visto la vittoria del candidato dei democratici sia nel 2008 che nel 2012.

Tornata dalla seconda esperienza negli Stati Uniti la giovane Elly comincia ad impegnarsi nelle associazioni impegnate nei diritti civili, sensibilizzando sui temi delle carceri e sull’emigrazione. La sua prima esperienza è in un’associazione studentesca che ha fondato lei stessa.

Comincia poi a dibattere sui temi politici più sensibili: per uno strano scherzo del destino tra le prime posizioni trancianti per cui viene ricordata c’è il contrasto al governo guidato da Enrico Letta. Proprio lo stesso Letta al quale ora vorrebbe succedere come segretario del Pd. In quel frangente la Schlein fa il nome di Pippo Civati come presidente nazionale del Pd: si unirà al percorso proprio del partito di Civati, Possibile.

Nel 2014 arriva la sua prima elezione da eurodeputata, assumendo l’incarico di membro della commissione per lo sviluppo. Assume intanto la presidenza di Green Italia. Nel 2020 viene eletta al consiglio regionale con la lista milia Romagna Coraggiosa Ecologista e Progressiva. Il presidente Stefano Bonaccini le assegna le deleghe al Clima ed al Welfare. Nel 2022 lo step successivo con l’elezione alla Camera dei Deputati.

Vita privata

Elly Schlein è una grande appassionata di cinema e per lungo è stata collaboratrice di testate di settore, pubblicando recensioni di film. Come documentarista ha partecipato al Festival di Locarno ed ha vinto nel 2013 il David di Donatello. Insieme a Pippo Civati ha girato un documentario sulla questione dei fondi in Svizzera.

Elly Schlein ha dichiarato di essere bisessuale. Due anni, durante un’intervista a Daria Bignardi, ha ammesso di essere fidanzata con una ragazza, ma di aver avuto in passato legami sentimentali anche con uomini.

Continua a leggere su ExpoCamper