Cena spagnola a casa: ricette, consigli, idee

0
89

Siete stati in Spagna di recente e avete nostalgia di quei profumi? Oppure volete sperimentare tra i fornelli le pietanze che avete visto in tv? Nessun problema. Preparare una cena spagnola a casa non è difficile e soprattutto è un ottimo modo per trascorre una serata piacevole con gli amici.

Nello specifico andiamo a vedere come realizzare succulenti piatti spagnoli, pur avendo un tempo limitato e non tutte le risorse della cucina di un ristorante. Soprattutto tra il finire degli anni Novanta e l’inizio dei Duemila in Italia hanno cominciato a spuntare locali che proponevano cibi spagnoli. Ora molti piatti tipici della Spagna, valga su tutti l’esempio delle tapas, sono rintracciabili anche in esperienze culinarie molto diverse tra loro e lontane dal modello iberico, come i pub o i finger food dell’alta ristorazione.

Ricette spagnole da fare a casa

Ma ora restiamo concentrati sul nostro menu spagnolo che dobbiamo realizzare a casa per amici o familiari. Nell’elencare i piatti tipici spagnoli dobbiamo partire dalla paella chiamata così per la tipica forma della padella a due manici. Il re dei primi piatti spagnoli nasce a Valencia, ma ha avuto molte rivisitazioni: la base resta quella di riso allo zafferano, con verdure, carne e pesce, in particolare molluschi o crostacei ad arricchire il tutto.

Non c’è cena spagnola che non sia annaffiata dalla sangria. Possiamo deciderla di comprarla già pronta o preparala in casa. La ricetta è alla portata di tutti, ma soprattutto modificabile in base ai nostri gusti. La base di vino rosso va miscela a frutta e zucchero, con una aggiunta di spezie a nostro piacimento. La bevanda tradizionale dei contadini spagnoli è diventata uno dei marchi di riconoscimento della movida.

Cibi tipici spagnoli

Passiamo ora a qualcosa di veramente dissetante, anche se è un piatto. Parliamo del gazpacho: si tratta di zuppa fredda tipica dell’Andalusia, la regione di Siviglia e realizzata con verdure crude. Si consuma soprattutto in estate. Se in cucina siete abili con le frittate non potete farvi scappare la sua omologa spagnola, la tortilla. Viene realizzata esattamente come una frittata con patate e cipolle, ma è importante avere cura di cucinarla a fuoco lento.

Come secondi tra le ricette tipiche spagnole merita una menzione il polpo dalla gallega che prende il nome dalla regione della Galizia. Passando da Nord a Sud della Spagna, invece, non possiamo dimenticare le croquetas: si tratta delle polpettine che sono ideale per essere servite come tapas per gli apertivi. Vengono preparate mischiando la besciamella al jamon serrano, tipico prosciutto spagnolo, e poi fritte nell’olio evo.

Un altro must dei secondi spagnoli, al pari del polpo, è, invece, rappresentato dal baccalà, pietanza tipica dei Paesi Baschi. Le tapas meriterebbero un capitolo a parte, in quanto sono il termine che designa i piattini dove vengono sistemate prelibatezze di dimensioni ridotte da consumare con le mani: qui potete sbizzarrirvi e seguire l’istinto.

Dolci della cucina spagnola

Una cena, spagnola o meno, non può prescindere, però dal dolce. E qui le strade che ci portano in Spagna sono due: i churros, un dolce fatto di pastella che poi viene fritta e ricoperta di zucchero, e la crema catalana, dolcissimo sapore di zucchero caramellato che ci riporta alla festa di San Giuseppe in Catalogna.

Continua a leggere su Grigliando