Chi è Ninni Bruschetta alias Duccio di Boris? Vita privata, moglie, età

0
82

Il suo volto è legato ad uno di personaggi più divertenti della serie cult per eccellenza in Italia, Boris. Vediamo chi è Ninni Bruschetta, il paradossale direttore della fotografia Duccio Patanè della quarta stagione della serie, disponibile da qualche giorno.

Una carriera completa

Antonino Bruschetta, ormai per tutti Ninni, nasce a Messina, il 6 gennaio 1962. Ha compiuto quindi 60 anni, gran parte dei quali dedicati alla recitazione. Bruschetta ha cominciato a calcare i palcoscenici da giovanissimo in Sicilia. A 21 anni, infatti, ha fondato la sua prima compagnia teatrale che si chiamava Nutrimenti Terrestri.

Chi lo ricorda in quel periodo parla di lui come un vero tuttofare: di questi spettacoli, portati in giro per la Sicilia, Bruschetta era anche regista. Fa tutta la gavetta, ma presto anche il cinema si accorge di lui. Prende parte a produzioni importanti come La vita che vorrei di Giuseppe Piccioni o Il giudice ragazzino, il film ispirato alla storia del magistrato Rosario Livatino, intrepretato in quella pellicola da Giulio Scarpati, sotto la direzione del regista Alessandro Robilant o i Cento Passi di Marco Tullio Giordana.

A fine secolo viene notato da Paolo Sorrentino che lo vuole accanto a Toni Servillo, nel ruolo dell’impresario per il suo primo film, L’uomo in più. Bruschetta si rivede accanto a due attori emergenti nel 2006, quando esce Mio fratello è figlio unico di Daniele Lucchetti: in quella pellicola recita accanto ai protagonisti Elio Germano e Riccardo Scamarcio.

Alterna prove importanti da attore cinematografico alle partecipazioni a produzioni televisive di grande successo. In particolare si specializza nelle fiction di genere poliziesco. Il suo esordio sul piccolo schermo avviene, infatti, nella serie La Squadra, che precede il successo di consensi che otterrà prima con Distretto di polizia e poi con Squadra Antimafia-Palermo oggi. Partecipa anche a Don Matteo, oltre che a Fuoriclasse e La moglie del sarto. Nel 2016 fa la sua apparizione nella soap italiana per eccellenza: in Un posto al sole fa, infatti, la sua apparizione Gualtiero Valle, interpretato proprio da Bruschetta. Successivamente ha preso parte anche alla serie sulla moda milanese Made in Italy, andata in onda prima sulla piattaforma Prime Video e poi su Canale 5. 

Il personaggio cult e la vita privata

Nell’ultimo anno gli appassionati di fiction lo hanno potuto notare anche nel cast della serie Le indagini di Lolita Lobosco, accanto a Luisa Ranieri. Come dicevamo il ruolo che ha lo ha caratterizzato più di tutti, anche per il vasto seguito della serie, è quello del direttore della fotografia Duccio Patanè in Boris. E’ un personaggio alquanto improbabile e per questo amatissimo dai fans per i suoi tormentoni, da “Apri tutto” a “Devo pensare”, frase che Patanè usa quando si assenta per consumare cocaina. Una serie politicamente scorretta e che mantiene la sua verve anche nella quarta stagione, ora disponibile su Disney+, nella quale Duccio torna dall’India per collaborare ad un’improbabile serie sulla vita di Gesù.

Fuori dalle scene Bruschetta è un personaggio che conduce una vita normale. Ninni è sposato da ormai 27 anni con Assia, sua moglie. I due si sono conosciuti a Sorrento nel 1994, durante un festival al quale partecipava lo stesso Bruschetta. L’anno dopo hanno deciso di sposarsi: hanno due figli, Francesco e Anna.

Continua a leggere su MigliorTelevisore