domenica, Gennaio 29, 2023
Google search engine
HomeLifestyleZentangle: cos'è, come si fa, chi lo ha inventato

Zentangle: cos’è, come si fa, chi lo ha inventato

I disegni zentangle non sono altro che disegni artistici ed astratti che sono realizzati su un foglio bianco che hanno come finalità quella di meditare durante il disegno.

È una vera e propria arte che aiuta a liberarsi dallo stress e a ritrovare la concentrazione semplicemente ricalcando dei disegni su sfondo bianco. Tutti almeno una volta ci siamo ritrovati a disegnare e scarabocchiare su un foglio con una matita o una penna, spesso lo facciamo sovrappensiero senza rendercene conto.

Ebbene, esiste una vera e propria arte, quella dei zentangles che permettono di scacciare lo stress e meditare durante il disegno. Ecco come funziona questa specifica tecnica di disegno, quali sono le sue origini e come iniziare con questa interessante attività.

Disegno zen: l’arte zentangle origini

A prima vista potrebbero sembrare degli scarabocchi, disegni astratti che sono ricchi di ghirigori e che apparentemente non hanno alcun significato. In realtà, si parla di una vera e propria tecnica di disegno che consiste nel ricalcare con una penna nera i contorni di un disegno tracciato su sfondo bianco.

Sono diventati molto famosi negli USA e nascono dal genio di due giovani artisti e storici dell’arte. Sono stati Maria Thomas e Rick Roberts a creare il mondo dell’art zentangle. Questo termine deriva dall’attività che si cela dietro a questi disegni che venivano in origine svolti come scarabocchi agli angoli dei fogli o dei quaderni. Pare che questi disegni, secondo numerosi studi, aiutino la mente a memorizzare le note o le informazioni scritte sul foglio su cui sono disegnati e sono ottimi per concentrarsi più velocemente. Sono inoltre perfetti per liberarsi dallo stress, dalle energie negative e vedere la vita da un’altra prospettiva. Il metodo zentangle quindi viene utilizzato per liberare la propria creatività, concentrarsi e meditare.

Vediamo quali sono le basi per iniziare quest’attività e sviluppare la perfetta tecnica zentangle.

Occorrente e tecniche per iniziare il disegno

Di zentangle tutorials è pieno internet. Iniziamo a vedere cosa occorre per iniziare a praticare questa tecnica di disegno.

Innanzitutto, bisogna munirsi di un quaderno o fogli e cartoncini bianchi. Servirà poi anche un righello, forbici e pennarelli colorati. Inoltre, la cosa più importante sarà una penna nera.

La prima cosa da fare sarà prendere un foglio bianco, meglio se completamente bianco senza righe o quadretti, oppure un foglio di quaderno andrà bene. Bisognerà poi ritagliare il foglio in un quadrato di 8 centimetri e mezzo.

Servendosi del righello si inizierà a disegnare una forma geometrica che potrà essere un quadrato o un rettangolo di diverse dimensioni. Sarà utile utilizzare fogli di carta più rigidi o direttamente un cartoncino bianco.

Con la penna o il pennarello nero bisognerà poi delineare il perimetro del quadrato di carta e iniziare a disegnare con forme irregolari e leggermente ondulate partendo da un angolo del foglio.

Il disegno potrà proseguire con tratti leggeri, senza troppe linee dritte e dando un proprio tocco artistico a seconda del momento. In questa tecnica e nel pattern zentangle non esistono disegni precisi, anzi il divertimento e la sensazione positiva deriverà dallo sfogo della propria creatività.

Alla fine dell’esercizio e della creazione del disegno si potrà anche passare alla parte colorata. In questo modo libererete tutto lo stress accumulato e sarete più che soddisfatti del risultato finale.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments