domenica, Gennaio 29, 2023
Google search engine
HomeCucina e RicetteCrostata ricotta e visciole: ricetta originale, ecco come si fa

Crostata ricotta e visciole: ricetta originale, ecco come si fa

Resistere alle tradizioni è sempre difficile, specialmente quando si tratta di ricette tipiche della provincia di Roma. La crostata di visciole, in particolare, è un dolce originale della provincia di Latina, considerata come una delle specialità della zona del ghetto romano. Come ogni antica ricetta è difficile conoscerne i segreti, ma per fortuna esistono fedeli riproduzioni che permettono a chiunque di replicarla in casa con facilità. Prima di rivelare il procedimento, ecco qualche aneddoto storico sulle origini della crostata alle visciole.

La storia della crostata di visciole alla romana

Famosa per essere stata profondamente influenzata da quella ebraica, la cucina romana è tra le più apprezzate anche per quanto riguarda la pasticceria. Anche al giorno d’oggi non si distinguono con facilità i piatti giudaici da quelli della tradizione romana, e questo è il caso della torta ricotta e visciole, un piatto con alle spalle una storia assai particolare. Si narra che durante il ‘700 agli ebrei fosse vietato vendere prodotti contenenti latticini ai cristiani, per questo motivo nel ghetto ebraico iniziò la tradizione di creare dolci ricoperti così da nascondere il ripieno interno. Dallo stratagemma per ovviare alle stringenti leggi papali nelle pasticcerie nacque anche lei, la torta ebraica ricotta e visciole, diventata in poco tempo famosa in tutto il ghetto, specialmente quella prodotta dal forno Boccione.

Ricetta crostata ricotta e visciole

Ma eccoci nel vivo dell’argomento. La storia della crostata con le visciole vi avrà sicuramente incuriositi ed è ora di passare a svelare la ricetta originale. La realizzazione della crostata romana prevede una pasta frolla più friabile rispetto a quella normale, ma il punto di forza, come già accennato è proprio il ripieno.

Ingredienti

Pasta frolla

  • 300g di farina (preferibilmente 00)
  • 3 uova
  • 160g di burro
  • 150g di zucchero semolato
  • scorza di mezzo limone
  • sale qb

Ripieno

  • 500g di ricotta
  • 140g di zucchero
  • 2 uova
  • zucchero a velo qb
  • scorza di limone

Composta

  • 400g di visciole ancora da snocciolare
  • 4 cucchiai di zucchero
  • succo di limone qb

Procedimento

  1. Come prima cosa è bene iniziare a snocciolare visciole per prepararne la composta. Le ciliegie avranno bisogno di essere lavate in maniera accurata. Dopo averle pulite vanno cotte per circa 20 minuti in un pentolino con lo zucchero e il succo di limone.
  2. Il secondo passaggio prevede la realizzazione della pasta frolla. Per quest’ultima si può utilizzare anche una planetaria, in cui si unisce la farina, il burro fresco e un pizzico di sale. A questo punto bisogna mescolare fino ad ottenere un effetto sabbioso per poi aggiungere le uova e lo zucchero. Su un piano infarinato si procede ad impastare ottenendo un panetto che va riposto in frigo coperto dalla pellicola trasparente.
  3. Dopo aver fatto scolare bene la ricotta, va sistemata in una ciotola piuttosto capiente insieme allo zucchero, la scorza di limone e le uova. Mescolate per ottenere un impasto il più omogeneo possibile.
  4. L’ultimo passaggio riguarda la composizione della crostata di ricotta e visciole. Su una teglia tonda si stende uno strato di pasta frolla che andrà riempito con la ricotta e poi la composta. Dopo averla distribuita in maniera uniforme va coperta con un altro strato di pasta frolla, bucherellato in superficie.
  5. La crostata cuoce per 40 minuti in forno preriscaldato a 170°.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments