Quando esce la nuova Panda? Data ufficiale, prezzo, suv, anticipazioni, novità

0
101

In un momento di crisi per il settore automobilistico rimane una certezza: la Panda. La Fiat punta ancora su una delle auto storiche del suo marchio nel 2023 è pronta a lanciare un nuovo modello.

Ci sarà, infatti, una nuova Fiat Panda, totalmente rinnovata al punto che, secondo alcune anticipazioni in possesso dei media di settore, una variante si allontanerà dallo stereotipo dell’utilitaria avvicinandosi al concetto del mini suv.

Al momento non c’è una data di presentazione, ma sembra molto probabile che il modello verrà svelato nella prima parte del 2023 per poi essere messo sul mercato nei mesi successivi. Andiamo ora ad analizzare le prime novità emerse su quest’ultima generazione della Panda.

La nuova Panda: cosa cambia

Il punto di forza sarà il design sempre più ergonomico e tale da consentire di avere tra le mani una vettura seducente, ma comoda in città soprattutto in riferimento ai parcheggi. Il vero punto di rottura, come preannunciato già da qualcuno, sarà nel design: la Fiat sta guardando, infatti, al successo della Tesla, ispirandosi a quel concept, ma a costi diversi. L’idea dei vertici della casa fondata a Torino è quello di creare vetture globali, con standard apprezzati dai diversi mercati mondiali, anche con nomi diversi.

La curiosità degli appassionati riguarda ora un aspetto non secondario: capire se la nuova Panda abbandonerà totalmente i carburanti o ci sarà almeno una versione ibrida. L’idea della Fiat è quella di dare una svolta al mercato delle auto elettriche, proponendole a costi finalmente accessibili.

Quella che attualmente vediamo nelle concessionarie e sulle nostre strade viene prodotta nello stabilimento Stellantis di Pomigliano d’Arco, in provincia di Napoli. Fino al 2026 gli operai campani continueranno a dedicarsi alla Panda tradizionale, anche dopo l’immissione sul mercato del nuovo modello. La nuova Panda elettrica dovrebbe essere prodotta nello stabilimento Chrysler di Kragujevac, in Serbia.

Un cambio di produzione che potrebbe segnare di fatto il passaggio al segmento B, visto che la futura Panda elettrica dovrebbe misurare 4 metri di lunghezza. L’azienda peraltro non ha fatto mistero che il vero obiettivo dei prossimi cinque anni sarà quello di aggredire il mercato dell’elettrico con prezzi bassi per sgominare la concorrenza.

Quanto costerà? Prezzi e modelli

Finora le auto green sono state giudicate troppo costose rispetto ai modelli tradizionali e a quelle ibride. Fiat vuole lanciare con la Panda 2023 l’auto elettrica per il popolo. Design e praticità saranno i mantra da seguire, eliminando orpelli e e stravaganze.

Saranno previsti due modelli: uno city-car e l’altro mini-suv per un segmento B di mercato. L’ispirazione sarà la Fiat 500 già realizzata con Abarth e quindi una delle due Panda che vedremo nel 2023 sarà concepita come un mix delle due vetture più vendute nell’ultimo decennio dalla casa torinese. Non è ancora sfumata l’ipotesi di vedere, in riferimento proprio al mini suv, una versione ibrida con motore a benzina.

Considerando che la 500 elettrica nuova viaggia sui 27mila euro, l’obiettivo di Fiat è avvicinare la Panda alla quota dei 20mila euro (tra i 22 e i 23mila potrebbe essere un prezzo concorrenziale), mentre l’ibrida potrebbe attestarsi sui 15mila euro.