venerdì, Settembre 30, 2022
Google search engine
HomeMondoAndare in aereo, come superare la paura? Ci supporta la realtà virtuale

Andare in aereo, come superare la paura? Ci supporta la realtà virtuale

All’anno sono più di 3 miliardi le persone al mondo che prendono l’aereo. Si tratta del secondo mezzo di trasporto più sicuro (i primi sono ascensore e scale mobili) e la possibilità di fare un incidente è di una su un milione. Nonostante ciò, però, si stima che circa il 50% delle persone soffra di Aerofobia, ovvero abbia paura di andare in aereo. I sintomi che caratterizzano la paura di volare sono quelli che accomunano un po’ tutte le fobie. Si avvertono infatti palpitazioni, sudorazione, tremore, vertigini, vampate di calore oppure brividi di freddo, senso di oppressione al petto e cefalea.

Le persone che hanno paura di volare possono essere raggruppate in tre categorie. Chi appartiene al primo gruppo, non vola assolutamente e spesso non ha mai preso un aereo. La sola idea di volare scatena in loro i sintomi elencati precedentemente. Chi appartiene al secondo gruppo riesce a volare, ma vive tutto il volo come un’esperienza fortemente angosciante. Quelli del terzo gruppo, invece, durante il volo sono sempre in allerta, ma non hanno sensazioni fisiche così forti. Per superare questa fobia, esistono numerosi protocolli terapeutici.

Volo aereo: come smettere di avere paura di andare in aereo

La fobia dell’aereo in volo si supera con il supporto psicologico e, da alcuni anni a questa parte, sono tanti i terapisti che impiegano la realtà virtuale. Per usufruire della realtà virtuale, il paziente indossa un visore che proietta intorno a lui un ambiente il più possibile realistico. In questo ambiente ci si muove e si interagisce come all’interno di un videogame, senza quindi i rischi del mondo reale.

Le sedute vengono gestite gradualmente e si svolgono sempre in presenza dello specialista. Anche se si può pensare alla realtà virtuale come a un “gioco”, non è possibile svolgere il tutto in autonomia a casa. Prima di intraprendere il trattamento con il visore, si inizia con un colloquio con il paziente per fare il punto della situazione e comprendere il suo stato d’animo.

Dopo si passa all’insegnamento di tecniche di gestione dell’ansia e poi si inizia ad utilizzare la realtà virtuale. Le sedute durano un’ora e si fanno con cadenza settimanale, per un totale di 10-12 incontri. In base poi alle esigenze del paziente, si può aumentare la frequenza delle sedute.

Viaggio aereo: in quanto si supera la fobia del volo

L’utilizzo della realtà virtuale procede per gradi. Si inizia proiettando il paziente prima in aeroporto, per poi farlo salire su un aereo, fino a simulare un volo vero e proprio, con tanto di eventuali turbolenze. Dato che le sensazioni provate nella realtà simulata sono del tutto uguali a quelle provate nella vita di tutti i giorni, i meccanismi utilizzati possono essere trasferiti anche in una esperienza reale. La paura del volo può precluderci numerose esperienze e numerose opportunità.

Può infatti capitare che si rinunci a un incarico di lavoro perché si ha paura di volare, oppure che non si facciano delle trasferte pur di non prendere l’aereo. Ci si potrebbe privare anche di un viaggio di piacere in un luogo lontano, magari in Asia o nelle Americhe, che, con l’aereo, si potrebbe raggiungere in poche ore.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments