Breaking News

Claudia Ughi, chi è? Età, Allegri, lavoro, figlia

Il nome di Claudia Ughi, negli ultimi giorni, è sulla bocca di tutti e presente nei rotocalchi – principalmente calcistici – in correlazione all’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri. Ma cosa succede esattamente tra i due? Oltre ad essere ex coniugi, sono in piena crisi giudiziaria riguardo una ingente somma di denaro (pari a 10.000 euro) che la donna avrebbe usato spropositatamente.

Ma cosa c’è da sapere sulla ex moglie del tecnico bianconero?

Claudia Ughi, chi è la ex moglie di Massimiliano Allegri? Età, lavoro, figlia

Non si sa molto delle notizie biografiche riguardanti la ex compagna di Massimiliano Allegri, se non che sono stati insieme per molti anni e la loro relazione è finita sotto i riflettori a causa di una lunga battaglia legale avvenuta durante l’ultimo anno. 

Claudia Ughi e Allegri sono stati una coppia per ben tredici anni, avendo anche un figlio di nome Giorgio. Si tratta, per il tecnico bianconero, del secondogenito. La prima figlia, di nome Valentina Allegri, è frutto del matrimonio con Gloria Allegri, durato dal 1994 al 1998. 

Valentina, nata il 5 luglio 1996, compirà 27 anni a breve, mentre Giorgio è nato nel 2011 e ha dieci anni. Anche per Claudia si tratta del secondo figlio, avendo già una figlia femmina dal matrimonio precedente. La vita sentimentale del coach è sempre stata molto movimentata, dalla sua relazione passionale ma dalla fine molto brusca con la showgirl e attrice Ambra Angiolini, alla love story con la giovane socialite Gloria Patrizi, classe ’86. Tutte storie nate con grande trasporto iniziale ma  finite con grande dolore, a quanto pare, soprattutto delle donne lasciate dal tecnico. 

Ma cosa sta accadendo nelle ultime ore tra la Ughi e l’allenatore?

Claudia Ughi e Massimiliano Allegri: il caso in tribunale

La vicenda è iniziato con la citazione in giudizio di Allegri nei confronti dell’ex moglie, chiedendo di ridurre l’assegno di mantenimento per il figlio da 10mila a 5mila euro dopo la fine dell’incarico con la Juve nel 2019. Tuttavia, la richiesta fu respinta con tanto di ritorno al mittente. La determinazione del coach, però, è venuta tutta fuori nell’ultimo anno, ovvero il 2021, quando ha trascinato la Ughi in tribunale con accuse piuttosto gravi.

Al momento, infatti, la donna è stata querelata per appropriazione indebita e violazione degli obblighi di assistenza familiare. La reale accusa, in parole povere, sarebbe che si sia appropriata di cifre non destinate a lei per svolgere attività che nulla avevano a che fare con il mantenimento di Giorgio. Gli organi competenti, da questa querela, hanno fatto partire una meticolosa indagine sulle finanze della Ughi, i cui risultati non hanno tardato ad arrivare. Su 600mila euro percepiti negli ultimi anni, infatti, circa 200mila risultano spesi indebitamente. 

Alcuni di questi soldi, sostiene il coach, sono stati spesi per pagare la retta universitaria della figlia maggiore. La replica alle accuse è arrivata tramite una dichiarazione a corriere.it, in cui si legge: ““Poco sostenibile che si rimproveri a una madre di non fare “figli e figliastri”. I legali hanno bollato le accuse di Allegri come “strumentali”: il 5 luglio ci sarà l’udienza preliminare