Breaking News

Quanto guadagna un pompiere? In America, in Svizzera, in Italia, volontario

Il pompiere è una delle figure professionali stipendiate dallo Stato per mettere in sicurezza la popolazione dai vari pericoli della vita, come incidenti stradali, incendi, terrorismo, fenomeni atmosferici gravi, versamento di sostanze tossiche e molto altro. In questo articolo parleremo del percorso da svolgere e lo stipendio vigili del fuoco.

Come si diventa Vigile del Fuoco?

Per essere assunti come lavoratore fisso e stipendiato, in Italia, è necessario inviare la domanda al Bando di Concorso che viene stipulato dal Ministero degli Interni e pubblicato nel sito ufficiale www.vigilfuoco.it. E’ obbligatorio avere un’età compresa tra i 18 e 30 anni, possedere la patente dell’auto, non avere condanne alle spalle, essere in possesso dei diritti politici e civili, possedere la licenza media, avere una costituzione robusta e sana ed una piena integrità mentale. Il concorso pubblico è organizzato secondo tre test:

  1. La prova preselettiva: domande a risposta multipla di cultura generale e domande logico-deduttive o analitiche. Le materie sfruttate sono letteratura, geografia, aritmetica, educazione civica, logica, comprensione del testo, geometria e storia.
  2. La prova motorio-attitudinale: percorso che dimostra la capacità di avere risposta fisica ai vari ostacoli, abilità nell’uso di attrezzature e mezzi operativi. Per superare questo test è necessario possedere equilibrio, forza, coordinazione e praticità, qualità che verranno analizzate grazie a quattro percorsi diversi.
  3. Il colloquio: prova orale, viene richiesta la conoscenza dell’organizzazione e delle competenze appartenenti al corpo nazionale dei vigili del fuoco e delle nozioni tecnico-scientifiche applicative, utili per conoscere gli elementi di base legati a questo settore.

Una volta superato il concorso pubblico e si verrà ammessi alla squadra dei vigili del fuoco, si viene sottoposti ad un corso di formazione lungo 12 mesi. Per 9 mesi viene applicata una formazione base (principalmente teorica) e per i restanti 3 mesi viene organizzato un tirocinio pratico. Per entrare a far parte delle posizioni amministrative, dirigenziali o nuclei speciali è invece necessario svolgere un corso apposito. Nel 2023 sono previsti circa 1150 posti liberi per entrare a far parte della squadra rossa.

Quanto guadagna un Vigile del Fuoco?

I Vigili del Fuoco coprono turni da 12 ore, lavorando dalle 8 alle 20 o dalle 20 alle 8. I giorni liberi a settimana sono invece due. Lo stipendio pompiere varia in base agli anni di esperienza che si hanno alle spalle e al grado che si possiede. Lo stipendio tirocinante ammonta a 23 mila euro, una volta addestrato guadagna 31 mila euro annui. Quando si entra in possesso del primo grado, ossia responsabile dell’equipaggio, la busta paga vigile del fuoco vale dai 33 mila ai 34 mila. Lo stipendio pompiere italiano manager degli orologi ammonta a 38 mila euro, che con gli straordinari può salire anche a 40 o 44 mila euro l’anno. Il possessore dell’ultimo grado, ossia il direttore antincendi, guadagna dai 46 mila ai 60 mila euro annui, equivalenti a 4000 mila euro al mese. Lo stipendio di un vigile del fuoco volontario è molto inferiore, mentre quello dedicato all’autista pompiere acquista valore in base al grado posseduto.