lunedì, Novembre 28, 2022
Google search engine
HomeEconomiaQuanto guadagna un doppiatore? Famoso, principiante, in America

Quanto guadagna un doppiatore? Famoso, principiante, in America

Oggi parleremo della figura che ci permette di guardare in modo semplice, immediato e comprensibile tutti i film che in origine sono stati recitati sfruttando una lingua straniera: il doppiatore. Andiamo a vedere come fare il doppiatore, di cosa si occupa nello specifico questo professionista, quale sia la strada migliore da prendere per diventare doppiatore, i requisiti richiesti e quanto guadagna un doppiatore.

Cosa fa il doppiatore?

Il doppiatore ha il compito di prestare la propria voce, in modo che venga sovrapposta a quella di attori presenti in film, serie tv, documentari, spot pubblicitari, cartoni e videogiochi girati in lingua straniera, con l’obbiettivo di tradurre quella determinata scena, per poterla portare ad un nuovo pubblico appartenente ad un’altra cultura. Il gioco sta infatti nel sovrapporre il nuovo dialogo a quello originare, rendendo la scena comprensibile in più lingue. Questo mestiere è molto complesso, in quanto non basta la semplice traduzione di un testo (che in ogni caso richiede un ottimo grado di conoscenza delle lingue straniere), ma bisogna immedesimarsi perfettamente nella parte, in modo da renderla chiara ed espressiva. Tutto ciò avviene nella sala di doppiaggio, ossia uno studio insonorizzato, in cui il doppiatore ha all’orecchio delle cuffie che trasmettono la scena originale, davanti agli occhi un foglio con le nuove battute e vicino alla bocca un microfono, con il quale può recitare la nuova parte. Questo compito richiede più abilità, come una voce gradevole, un’ottima dizione, una formazione attoriale, una formazione da doppiatore, dimestichezza con attrezzature e tecnologia.

Come si diventa doppiatore?

E’ possibile rispondere alla domanda “come diventare doppiatore?” Oltre la forte passione verso il cinema e il talento innato verso questi mestieri, per diventare un buon doppiatore è richiesta un’ottima formazione. Prima di doppiare infatti, è necessario imparare a recitare: questo porta a comunicare in modo chiaro, a possedere una buona dizione, a saper gestire le varie inflessioni dialettali. Tutto ciò è possibile frequentando delle scuole di recitazione e di teatro o frequentando il corso di laurea in Scienze dello Spettacolo. Una volta che si possiede una preparazione del genere, è possibile seguire dei corsi di doppiaggio, che portano a studiare la propria voce e a capire come sfruttarla al meglio, modificandola in base al tipo di scena assegnata.

Stipendio doppiatore

Il salario ritirato da un doppiatore non è fisso, ma dipende dai lavori che prende in carico, dall’impegno richiesto per una determinata scena e quello effettivamente utilizzato, dalla propria popolarità e dalla popolarità del film che deve interpretare. Stiamo infatti parlando di un libero professionista e il guadagno dipende solo ed esclusivamente da se stesso, per questo è obbligato ad essere in possesso di una partita iva. Esiste comunque una statistica che rivela lo stipendio guadagnato da queste figure, ricavato grazie ai fattori espressi in precedenza: per i doppiatori che si occupano di film, trailer, mini-serie e programmi tv destinati per il cinema, il compenso vale circa 70 euro ogni 140 righe lette; i doppiatori che si occupano di film e programmi destinati alla televisione, guadagnano circa 70 euro ogni 170 righe lette; i doppiatori che lavorano per cartoni animati e serie tv, ricevono 70 euro ogni 190 righe lette; infine, un doppiatore concentrato su soap opera, reality e documentari, ritira 70 euro ogni 220 righe lette. Fare il doppiatore in Italia ha molto meno valore che farlo in America, in quanto in quella nazione viene preso in un modo molto più serio e professionale: questo comporta a chiunque dedica la propria vita al lavorare come doppiatore film, di ricevere stipendi più elevati.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments