giovedì, Agosto 11, 2022
Google search engine
HomeMondoReperti archeologici romani, i più importanti in provincia di Latina, ecco quali...

Reperti archeologici romani, i più importanti in provincia di Latina, ecco quali sono

I romani hanno colonizzato vaste aree dell’Italia e del mondo nel corso dei secoli. Di questa bellissima e avvincente storia millenaria ci restano oggetti archeologici che, ancora oggi, vengono rinvenuti dagli esperti nel corso di ricerche e di studi. Ad esempio, abbiamo monumenti romani in Italia come i siti archeologici di Pompei, Ercolano e di Pausilypon, oppure ci sono i siti archeologici Roma che tutto il mondo ci invidia come il Colosseo, una delle sette meraviglie del mondo, e il Pantheon.

Questi reperti antichi ci indicano anche i più piccoli dettagli del modo di vivere di persone vissute migliaia di anni fa, dal loro modo di vestire a quello di mangiare, fino ai loro usi e costumi, le feste e le tradizioni per poi arrivare addirittura al momento della morte solenne.

Siti archeologici romani

In ogni angolo dell’Italia si nascondono monumenti epoca romana, ma oltre a Roma siti archeologici, bisogna annoverare i ritrovamenti romani in provincia di Latina. Qui abbiamo la struttura denominata Tres Tabernae che comprende reperti romani di carattere cimiteriale e bagni termali. E’ possibile vederlo solo in rare circostanze.

Un altro sito è il Satricum con il tempio dedicato alla dea responsabile dell’alba. Ancora, ulteriori resti romani in Italia sono a Cori, dove ci sono pervenuti i templi di Castore e Polluce e di Ercole, dove possiamo ritrovare uno stile architettonico misto tra romano e greco.

Ulteriori ruderi romani sono presenti a Norba di cui ci resta molto tra gradini, fondamenta di abitazioni, cisterne, rete stradale, cinta murarie e cimitero. La città è poco conosciuta, ma è imperdibile oltre che gratuitamente accessibile. Simile a Norba è il sito di Privernum.

Ancora, in tutta la regione è possibile imbattersi in strutture ad arco risalenti all’epoca romana, tra queste ci sono quelle di San Lidano.

Anche se non rientra in questa provincia va assolutamente aggiunta sulla lista delle cose da fare e da vedere una volta nella vita la Villa dell’imperatore Adriano a Tivoli. Simile a questa, c’è in provincia di Latina quella di Domiziano. Non è sempre aperta e, quindi, andando sul sito del comune o della villa stessa si può restare aggiornati. Anche quella di Tiberio è da visitare.

Terracina, Formia e Ponza

Le città di Terracina, Formia e Ponza in provincia di Latina non sono note e ricercate solo per le spiagge e il mare, ma anche per i resti di epoca romana. Questo popolo dedicava alle divinità delle vere e proprie case, a cui portavano dei sacrifici animali e, allo stesso modo, davano degna sepoltura ai loro cari. Qui troviamo il tempio di Giove, la tomba del celebre oratore Cicerone, le diverse cisterne e le grotte di Pilato.

Tutti questi ritrovamenti dimostrano l’importanza che i romani davano ai vari aspetti della società quali la religione politeista prima e monoteista dopo, la vita e la morte, sottolineando anche l’efficienza della loro rete stradale e degli acquedotti. Non è un caso che molte popolazioni hanno dato vita a un vero e proprio sincretismo nel tentativo di eguagliarli, tuttavia, senza mai riuscirvi.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments