giovedì, Agosto 11, 2022
Google search engine
HomeSocietàEntesite, cos'è? Definizione, cause, sintomi, cure

Entesite, cos’è? Definizione, cause, sintomi, cure

Almeno una volta nella vita a tutti è capitato di avvertire dolore ai tendini degli arti superiori, che quindi rende difficile anche solo alzarli, o degli arti inferiori, che ostacola il movimento. Quando non parliamo di malattie degenerative, pensiamo subito che questo fastidio sia dovuto alla freddezza o a degli urti di cui non ci siamo nemmeno resi conto. A volte, non sappiamo nemmeno che quel dolore ha un nome e in questo caso parliamo di entesite. Le entesiti sono una flogosi, un’irritazione dell’entesi cioè dei legamenti del nostro apparato.

I tendini sono importanti in quanto costituiscono quegli elementi del nostro corpo che tengono uniti le ossa e la muscolatura e quindi, ci permettono di deambulare. I legamenti svolgono la stessa funzione, ma considerando solo l’apparato scheletrico.

Tipi, sintomi e cause dell’entesite

Oltre al dolore avvertito, è possibile osservare un ingrossamento e maggiore durezza nell’area coinvolta, come se la cartilagine e il collagene tipici dei tendini e dei legamenti non facessero leva.

Quali sono le entesiti più diffuse? L’entesite spalla, quella del bacino o entesite anca, entesite calcaneare, l’entesite ginocchio, quella che prende anche la gamba quindi entesite achillea e l’entesite plantare. Ancora, c’è l’entesite cronica, che prima era entesite inserzionale e, infine, c’è l’entesite psoriasica. Quest’ultima colpisce coloro che hanno già l’artrite e va a provocare dolore e fastidi alle dita di mani e piedi, coinvolgendo le articolazioni.

Ma quali sono le cause di tutte queste entesiti? Solitamente, sono dovute allo sfruttamento eccessivo di quei tendini, muscoli e parti del corpo dove avvertiamo il dolore. Ad esempio, possono esserne soggetti i calciatori oppure quei lavoratori manuali che tendono a ripetere sempre le stesse movenze, spesso portando un carico nemmeno leggero. Anche chi va sempre in palestra può esserne colpito. Ancora, l’entesite può essere provocata da un urto e un impatto violenti come nel caso di un sinistro automobilistico. Inoltre, talune malattie possono portare all’insorgenza delle entesiti come l’artrite, il diabete, patologie endocrine, disfunzioni renali e altre reumatiche.

Entesite terapia

Per fortuna, c’è un’entesite cura, ma bisogna agire comunque in fretta altrimenti può diventare cronica e causare molto dolore impedendo le consuete attività di routine oltre che lo sport. In questi casi di negligenza, si possono verificare calcificazioni e quindi rigidità nei tratti interessati, o delle alterazioni a livello scheletrico.

Quindi, prima di arrivare a questo punto meglio stare al letto, non forzare la parte interessata, cercare di rilassarsi e mettere dapprima il ghiaccio. Anche bendare la zona colpita aiuta per il dolore, così come tenerla il più alto possibile. I medici possono consigliare degli esercizi specifici per alleviare il dolore e non fare atrofizzare l’arto in disuso, oppure prescrivere degli antidolorifici. Considerando che, a volte, è la nostra postura e le nostre movenze ad essere sbagliate, se tendiamo a rivederle e a rimediarvi, il dolore tende ad alleviarsi. Infine, nei casi meno lievi si può ricorrere all’uso di uno strumento ortopedico riabilitativo o di interventi chirurgici.

In ogni caso, bisogna prestare attenzione ai falsi movimenti, ai traumi a cui tendiamo a non dar peso quando giochiamo o cadiamo, e non lasciar trascorrere troppo tempo prima di recarsi da un dottore.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments